Vai al menu principale |  Vai ai contenuti della pagina

 aree  tematiche

 comunicazioni  istituzionali

 altri  servizi

 servizi  online

 newsletter 



Dimensione testo:
     
È presente 1 allegato
Questo articolo è stato letto 4484 volte
Pubblicato il: 10/11/2011    Segnala pagina su Facebook Segnala

NON BERTI IL CERVELLO. GUIDA! NON FARTI GUIDARE...

Campagna di sensibilizzazione per l'uso di alcol nei locali

Non berti il cervello. Guida! Non farti guidare...
Non berti il cervello Guida! Non farti guidare... La Polizia Locale organizza nelle Discoteche della città una campagna di prevenzione dell’abuso dell’Alcol. Se devi guidare, non bere alcolici! E se ti fai accompagnare, chiedi a chi ti accompagna di non bere alcolici. Goditi la vita con i tuoi amici in un clima di DIVERTIMENTO SICURO e fai di tutto affinché l’alcol non pregiudichi la tua sicurezza e quella di chi ti circonda. Se scegli di bere, preoccupati prima che nella tua compagnia di amici ci sia un guidatore designato che non berrà alcolici e che potrà quindi portare a casa gli amici in sicurezza. In collaborazione con le Discoteche MAGRIFFE E MAGGIE’S, durante le serate di sabato 12 e sabato 19 novembre, sabato 3 e sabato 10 dicembre, la Polizia Locale di San Vittore Olona sarà presente all’interno dei locali per la misurazione del tasso alcolemico con etilometro a chi vorrà sottoporsi. In contemporanea, verranno distribuiti volantini informativi sul consumo di alcol e sulle sanzioni amministrative e penali previste per chi si pone alla guida di veicoli sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Verrà inoltre offerto un questionario, anonimo, che potrà essere utile per raccogliere informazioni sulla conoscenza del problema “alcol” tra gli avventori delle discoteche e poter così organizzare campagne informative maggiormente mirate. Attraverso i risultati dei questionari si avrà un quadro statistico sul fenomeno alcol tra i consumatori nelle Discoteche. L’alcol danneggia il corpo umano in molti organi come il fegato, lo stomaco, il cervello, l’apparato riproduttivo. E’ causa di aggravamento dei fattori di rischio di altre gravi patologie come il tumore. Ma non si limita a questo. Molto spesso, anche se consumato in quantità moderate, l’alcol può determinare la perdita dell’integrità psicofisica che è necessaria, ad esempio, quando ci si pone alla guida. L’alcol è una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena e con una capacità di indurre dipendenza superiore alle sostanze o droghe illegali più conosciute. L’alcol fa ingrassare e non nutre il corpo umano. Infatti, pur apportando circa 7 Kcalorie per grammo, non è un nutriente (come ad esempio lo sono le proteine, i carboidrati o i grassi alimentari). Non solo il suo consumo, quindi, non è utile all’organismo, ma danneggia le cellule di molti organi. Non esistono quantità sicure di alcol! Il rischio esiste a qualunque livello di consumo ed aumenta progressivamente con l’incremento delle quantità di bevande alcoliche consumate. Chi beve alcolici è personalmente responsabile dei danni prodotti al proprio organismo e di ogni danno o pericolo che produce agli altri. L’alcol è responsabile di varie forme di anemia e aumenta i grassi presenti nel sangue. Disidrata, provocando un blocco dell’ormone antidiuretico, facendo urinare di più. Aumenta il rischio di assideramento, porta dipendenza, interagisce con i farmaci che si assumono, con effetti pericolosi. Se pensi di avere un problema con l’alcol, rivolgiti ai servizi sociali del tuo comune o contatta il Telefono Verde Alcol dell’Istituto Superiore di Sanità: 800.63.2000.