Vai al menu principale |  Vai ai contenuti della pagina

 aree  tematiche

 comunicazioni  istituzionali

 altri  servizi

 servizi  online

 newsletter 



Dimensione testo:
     
Questo articolo è stato letto 1120 volte
Pubblicato il: 03/05/2021    Segnala pagina su Facebook Segnala

8 MAGGIO FESTA PATRONALE

8 MAGGIO FESTA PATRONALE

 

Sabato 8 maggio è la festa patronale di San Vittore.

 

Da troppo tempo questa importante ricorrenza per la nostra comunità è passata sotto silenzio, quasi dimenticata.

 

Per questa Amministrazione la storia e le tradizioni di San Vittore Olona sono parte imprescindibile della vita presente.

 

Già lo scorso anno abbiamo lavorato per sottolineare l’importanza di questo appuntamento ma l’emergenza sanitaria arrivata in forma drammatica e inaspettata ha costretto tutti noi a un radicale cambiamento di progettazione e di priorità.

 

Quest’anno, nonostante la preoccupazione continui e le misure di contenimento del contagio non siano state totalmente annullate, abbiamo la possibilità di celebrare questa ricorrenza con alcuni eventi che la riportino al centro della vita cittadina, momento di forte identificazione per tutta la comunità che si deve sentire, a vario titolo, naturalmente coinvolta.

 

Un tempo le feste patronali erano sinonimo di processioni, bande, cassarmoniche, bancarelle, giostre e fuochi d’artificio. Queste feste rispondevano al desiderio e alla necessità vitale dell’uomo di dare spazio alla spiritualità e alla socialità, attraverso manifestazioni di gioia, per interrompere la monotonia del quotidiano. Ora sembrano prevalere esagerazioni e frastuoni ma è necessario ricuperare la capacità di gustare le cose sobrie, semplicemente felici di condividere momenti di storia del proprio paese.

 

Igor Stravinsky scriveva:“Una vera tradizione non è la testimonianza di un passato concluso, ma una forza viva che anima e informa di sé il presente.”

 

“Emozioni di primavera” ritorna a vivere dopo tanti anni e lo fa mettendo al primo posto la festa di San Vittore perché da qui dobbiamo ricominciare a costruire il nostro presente e il nostro futuro.

 

IL SINDACO

 

Daniela Maria Rossi